Knowledge

18 gennaio 2021 Condividi

#MIP4Companies Cattolica Assicurazioni Master Agente

Master Professione Agente: al via il progetto nato dalla collaborazione tra MIP e Cattolica Assicurazioni

Con la cerimonia di kickoff del 21 dicembre ha preso ufficialmente il via il Master Professione Agente, il percorso accademico realizzato da Cattolica Assicurazioni in collaborazione con il MIP per promuovere la crescita dei futuri agenti assicurativi Cattolica.
Come è nato questo progetto e quali saranno le competenze che svilupperanno i partecipanti del Master? Ne abbiamo parlato con il Dott. Marco Lamola, Vice Direttore Generale di Cattolica Assicurazioni, e con il Prof. Marco Giorgino, Co-direttore del Master.

Dott. Lamola, come è nata l’idea di investire sulle nuove generazioni di agenti attraverso un Master?

Da molti anni Cattolica Assicurazioni investe in termini di competenze e professionalizzazione per valorizzare quello che consideriamo il vero patrimonio della Compagnia: i nostri Agenti.
Il Master è la dimostrazione della concreta volontà del nostro Gruppo di garantire una continuità manageriale nella gestione dell’attività di agenzia, puntando su giovani motivati che siano formati per assicurare all’impresa un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo.

Mai come oggi, in un momento in cui la pandemia ci ha mostrato la fragilità di vecchi e consolidati modi di essere e di lavorare, è opportuno affrontare la sfida che ci attende accumulando competenze e accrescendo la consapevolezza che, di fronte a una realtà incerta e in continua trasformazione, occorre guardare al mercato cambiando prospettiva. Quella prospettiva che un giovane ha già nel suo modo di pensare e che un Master qualificato può affinare e focalizzare. Perché un Master ha un approccio multidisciplinare, si modella sulle predisposizioni e gli interessi del singolo, permette il confronto all’interno del gruppo ed è orientato all’innovazione.

Grazie a focus esclusivi sul ruolo della trasformazione digitale e sulle molteplici competenze commerciali, gestionali e manageriali necessarie per gestire un’attività imprenditoriale, a conclusione del percorso formativo i partecipanti avranno acquisito un profilo coerente con l’attuale contesto di mercato in termini competitivi, organizzativi e di offerta.

Per questa nuova edizione avete deciso di farvi affiancare dal MIP…

Ormai da qualche anno Cattolica Assicurazioni collabora con il Politecnico di Milano e con Giuliano Noci, Professore di Strategy & Marketing nonché co-direttore di questo Master, per offrire una formazione distintiva agli Agenti di Cattolica Assicurazioni. Non ci riferiamo solo alle giovani figure professionali che si affacciano al panorama assicurativo, ma anche agli imprenditori affermati, dalle competenze già consolidate, comunque desiderosi di tenersi al passo con i tempi e di affinare le proprie competenze.

Il MIP Politecnico di Milano, pertanto, ha rappresentato l’ideale risposta alle esigenze di Cattolica in termini di formazione digitale, di innovazione, di company engagement, di attenzione alla persona.

Coniugare le competenze di settore che abbiamo in casa con quelle della Business School del Politecnico di Milano significa poter fruire di insegnamenti di alto livello impartiti da docenti appartenenti alla comunità scientifica internazionale.

Infine, il MIP sa valorizzare l’unicità dell’individuo, ponendolo al centro di un percorso strutturato volto al miglioramento della performance, così come Cattolica Assicurazioni da sempre, ispirata dai suoi valori fondanti, attribuisce grande attenzione alla persona, ai giovani e a tutti i componenti del suo sistema azienda.

Un’unione di due brand destinata a moltiplicare le capacità originarie di entrambi e a segnare la differenza sul mercato.

Il Dott. Lamola ha parlato della volontà di fare la differenza sul mercato. Nello specifico, Prof. Giorgino, in che modo questo Master potrà preparare gli Agenti alle sfide future?

Il MIP ha due punti di forza storici: il primo è quello di lavorare sulle nuove tendenze, cercando di capire come meglio posizionare le persone e le imprese all’interno dei vari sistemi economici. Il secondo è quello di avere un approccio molto pratico, orientato alla gestione delle attività, una concretezza importante per rendere le competenze spendibili in modo veloce.

Detto questo, credo che il Master Professione Agente abbia tre elementi che possano aiutare i partecipanti a sviluppare le abilità necessarie ad affrontare le sfide future.

Il primo, è un inquadramento dei macro-trend, sia in atto che prospettici, per comprendere bene quali siano le opportunità che oggi gli agenti hanno, non soltanto nel medio-lungo termine, ma anche nel breve termine.
Penso ad esempio a quello che è emerso in modo forte durante il COVID e che ancora stiamo vivendo, ovvero il tema della protezione sia della salute delle persone che del patrimonio. Abbiamo visto quanto il risparmio sia cresciuto in questi mesi e come le persone abbiano difficoltà a comprendere come allocarlo in modo efficiente e come costruire forme di tutela del patrimonio personale per il futuro.

Il secondo elemento è sviluppare riflessioni su quello che può essere il ruolo degli agenti nel futuro, anche attraverso il rafforzamento degli approcci di tipo imprenditoriale. Oggi avere una maggiore imprenditorialità e innovatività aiuta a essere più competitivi sul mercato.

Collegato a questo, c’è un terzo elemento importante, ovvero lavorare su competenze specialistiche con un approccio concreto. In aula avremo la possibilità di sviluppare insieme competenze basate su casi reali, su quelle che sono le esigenze del mercato, con riferimento ad alcune aree in modo particolare, a contenuti di tipo tecnico. Ma lavoreremo anche sulle competenze digital; oggi, infatti, non possiamo prescindere da questa variabile, che non andrà a sostituire il fattore umano ma che vi si dovrà integrare in modo vincente. Ci sono infine le competenze manageriali, associate non solo a fabbisogni di tipo organizzativo, di gestione delle risorse e delle attività, ma anche competenze di relazione col cliente, un cliente che diventa sempre più esigente, che dobbiamo conoscere in modo sempre più approfondito per poterlo servire al meglio.

Credo che queste componenti tutte insieme possano rendere questo Master un percorso molto utile rispetto alle sfide future e rappresentare quindi un’occasione di arricchimento del bagaglio professionale e delle competenze degli agenti che su questo mercato vorranno essere di successo nei prossimi anni.

Grazie a entrambi per il vostro contributo! Non ci resta che fare i nostri migliori auguri agli Agenti che proprio in questi giorni hanno iniziato a seguire le prime lezioni del Master!

 


Tags:
|
|
Condividi

Accreditations, Rankings & Memberships