Knowledge

21 marzo 2019 Condividi

Master Energy Management

Bip e MIP presentano la XIV edizione del Master in Energy Management

“Il Piano Energia Clima: la transizione energetica al 2030”

  • 75% di aumento complessivo della potenza da fonti rinnovabili installata
  • Mercato eolico: potenza installata raddoppiata rispetto al 2017
  • Mercato fotovoltaico: si punta a raggiungere 2,5 volte l’installato attuale

 

Bip – Business Integration Partners, multinazionale di consulenza, e MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, hanno presentato la XIV edizione del Master in Energy Management (MEM), iniziativa di alta formazione che si propone di avviare la preparazione di futuri manager nel settore dei servizi di pubblica utilità (energia, gas, etc.) e di consentire alle aziende sponsor dell’iniziativa di inserire nel proprio organico professionalità con competenze e potenzialità di particolare interesse.

Carlo Capè, co-fondatore e Amministratore Delegato di Bip, nonché membro del CdA del MIP, e Vittorio Chiesa, Direttore del MEM, hanno presentato i contenuti e gli obiettivi del Master nel corso della Tavola Rotonda “Il Piano Energia Clima: la transizione energetica al 2030”, un’occasione di confronto sul futuro del settore tra manager e studenti sul tema delle strategie dell’Italia al 2030 in merito a efficienza energetica, autoconsumo e generazione distribuita, sicurezza energetica ed elettrificazione dei consumi.

Tema infatti della Tavola Rotonda è il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima pubblicato dal MISE a Dicembre 2018, che determina le strategie dell’Italia per il periodo 2021‐2030 in merito a decarbonizzazione, efficienza energetica, autoconsumo e generazione distribuita, sicurezza energetica ed elettrificazione dei consumi.

L’analisi presentata, che ha evidenziato gli obiettivi di potenza installata per le diverse fonti rinnovabili al 2030, ha mostrato chiaramente come si punti fortemente su eolico – quasi il doppio rispetto al 2017 – e su fotovoltaico – 2,5 volte l’installato attuale -, con un aumento complessivo della potenza da fonti rinnovabili installata pari al 75%.

Per quanto riguarda la generazione elettrica si prevede che un aumento del 65% rispetto ad oggi, arrivando a coprire oltre il 55% dei consumi nazionali.

Il MEM ha negli anni formato oltre 250 studenti, con un placement vicino al 100%. La quasi totalità degli allievi è stata inoltre assunta dall’azienda in cui ha svolto il periodo di stage. Ad approfondire inoltre il tema degli sviluppi occupazionali del settore, sono intervenuti alcuni dei principali player del settore energetico, quali Stefania Battaglino, Head of Employer Branding and Young Generation di Edison e Alessandro Camilleri, Direttore Sviluppo, Formazione e Organizzazione del Gruppo Hera.

Il Master, in partenza il prossimo mese di ottobre, è un percorso di 12 mesi, full time, e prevede 6 mesi d’aula e fino a 6 mesi di stage presso una delle aziende partner o presso Bip – Business Integration Partners per acquisire esperienza all’interno delle società del settore, dimostrando allo stesso tempo il proprio talento e capacità.

“Il grande successo finora raggiunto dal MEM – commenta Carlo Capè, Amministratore Delegato di Bip – attraverso la formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro di ormai centinaia di giovani professionisti, è la conferma della validità della scelta di collaborare con un partner autorevole e strategico come il MIP.
Siamo riusciti nell’intento di innescare una rivoluzione nel settore che ci rende orgogliosi e ci stimola a continuare a lavorare in questa direzione, con l’obiettivo di consolidare un settore – quello energetico – che necessita di competenze valide e complete.”

Nel 2018 si è aggiudicato il primo posto nella classifica stilata da EdUniversal Best Masters Ranking nella nuova categoria “Energy and natural resources” nella regione Western Europe. – commenta Vittorio Chiesa, Direttore del MEM.
La nuova edizione del MEM è stata profondamente innovata con l’inserimento di nuovi corsi e contenuti per fornire competenze sulla digital transformation, le ultime tecnologie e i trend che stanno cambiando anche il settore Energy.
Gli studenti acquisiranno non solo competenze manageriali volte a gestire il cambiamento, ma sapranno cogliere criticità e opportunità dal mercato di riferimento conoscendone le ultime tendenze in ambito Blockchain, Big Data, Intelligenza Artificiale, Smart Houses, e-mobility.”

 


Tags:
Condividi

Accreditations, Rankings & Memberships